G.Stella, A.Ferro,True Lies-Quasi un'apologia della menzogna, Mimesis Edizioni, Milano, 2019

Stella Ferro

Generazioni di psicoanalisti sono state educate alla convinzione che il perseguimento della verità rappresenti il cuore dell’etica professionale. Il libro di Giovanni Stella e Antonino Ferro rovescia completamente questo assunto, per sviluppare una vera e propria “apologia della menzogna” e per testimoniare la sua intrinseca presenza, in psicoanalisi come nella vita di tutti i giorni.
Muovendosi tra psicoanalisi e letteratura, questo libro, a tratti dissacrante e ironico, affronta il tema della verità da un punto di vista teorico e clinico, illustrando le funzioni e le diverse forme della bugia in psicoanalisi e i modi per affrontarla. La bugia esprime un mix variegato di sofferenza e creatività che Stella e Ferro ci propongono di accostare in seduta in modo programmaticamente non moralistico, lasciando che quel miscuglio fl uttui nel campo, si espanda, che i suoi ingredienti trovino nuove possibilità di collegamento e trasformazione, perché non è possibile affrontare la bugia armati di solide certezze e di un’idea un po’ primitiva del rapporto tra verità e menzogna.

Giovanni Stella, psicoanalista della Società Psicoanalitica Italiana e dell’IPA, vive e lavora a Milano.

Antonino Ferro, psicoanalista della Società Psicoanalitica Italiana, che ha presieduto fra il 2012 e il 2016, della American Psychoanalytic Association (APsaA) e dell’IPA, è autore di numerose pubblicazioni in italiano e nelle principali lingue europee. Ha vinto nel 2007 il premio “Mary Sigourney” per l’avanzamento della psicoanalisi.

In evidenza

Login